Induzione o vetroceramica?

25 Ottobre 2016
Induzione o vetroceramica?

Il piano di cottura è un elettrodomestico che, data la sua utilità ed interattività con l'utente, caratterizza in modo particolare la cucina, arricchendola di personalità. Qui parliamo di due tipologie di piani cottura, ad induzione e in vetroceramica, per guidarvi nella corretta scelta del prodotto che più si addice alle vostre esigenze.

I piani cottura ad induzione
I piani cottura ad induzione rappresentano un ottimo connubio tra eleganza estetica e funzionalità: design pulito e moderno con performance di cottura elevate. Sono alimentati da corrente elettrica e possiedono una superficie in vetroceramica. I piani ad induzione funzionano tramite speciali bobine che generano un campo magnetico che viene trasferito direttamente alle pentole specifiche (realizzate con materiali ferrosi) convertendosi in calore.
I vantaggi sono:
-estrema facilità di pulizia: è suffciente passare un panno per rimuovere lo sporco
-sicurezza elevata: la zona che si scalda è esclusivamente quella dove viene posizionata la pentola, la superficie circostante rimane fredda
-ottime prestazioni di cottura
-rendimento fino al 92% : la dispersione di energia è praticamente nulla,  i tempi di cottura notevolmente ridotti ed il risparmio energetico è assicurato.

I piani cottura in vetroceramica
Il piano cottura in vetroceramica come l'induzione è composto da una superficie in vetroceramica,  un materiale molto resistente al calore che può raggiungere anche gli 800° C e resistere allo shock termico. Anch'esso è alimentato da corrente elettrica, offrendo così il vantaggio di poter essere installato dove non è possibile portare le condutture del gas.
A differenza del piano cottura induzione la tipologia di riscaldamento del piano cottura in vetroceramica è basata sull'utilizzo di piastre radianti,  resistenze di forma circolare concentrica alloggiata nel piano cottura; il calore generato dalla resistenza scalda la vetroceramica e poi, per trasmissione, le pentole.
Qui i punti di forza si possono riassumere in:
-notevole facilità di pulizia e superficie antigraffio
-bassa richiesta di manutenzione
-buone prestazioni di cottura
-non sono necessarie pentole specifiche.

Si può quindi scegliere di investire su un prodotto dall'elevato rendiimento e risparmio energetico, permettendo così di ammortizzare a lungo termine la spesa, oppure venire soddisfatti dall''acquisto di un prodotto pratico, economico ed elegante come il piano cottura in vetrocermica.